Le olive ascolane: gustale per il tuo aperitivo DOP

Versatili e veloci da friggere sono un finger food perfetto per l'happy hour

È un vero piacere in questo periodo estivo concedersi un buon calice di vino fresco, accompagnato dai prodotti enogastronomici tipici della città di Ascoli Piceno. Tra tutti, le Olive Ascolane del Piceno DOP ripiene sono perfette per il momento dell’happy hour.


Per il tuo aperitivo in compagnia

Veloci e facili da preparare, le olive all’ascolana sono abbinabili ad altre prelibatezze, sia fritte che non. Se fresche, basta portare l’olio sul fuoco e quando è a temperatura, immergerle e aspettare alcuni minuti per la loro doratura. Se surgelate invece i tempi di frittura si allungano (5 minuti per una cottura perfetta di 5-6 olive al massimo).
Per accorciare i tempi di preparazione, si potrebbe far decongelare le olive in frigorifero per qualche ora. In poco tempo potrai gustare tutta la bontà di un prodotto genuino, proponendolo ai tuoi invitati come ottimo finger food per l’aperitivo: che sia in coppia o in compagnia, mentre si è seduti in casa o circondati dalla caratteristica vista della centralissima Piazza Arringo.

Gusta la tradizione

Ma non solo! Le olive all’ascolana sono talmente versatili che puoi provarle anche mentre passeggi, servite nel caratteristico cartoccio. In questo modo potrai riuscire ad ammirare tutta la bellezza che la città di travertino ha da offrire mentre continui a gustare le sue tipicità.
Sì perchè in questa prelibatezza è racchiusa molta storia e tanta tradizione, a partire dalla preparazione che inizia con il taglio a spirale dell'Oliva Ascolana del Piceno DOP in salamoia, ottenute da una cultivar che cresce florida sulle colline dei comuni di 3 province circoscritte (Ascoli Piceno, Fermo e Teramo). Il particolare metodo di denocciolatura ne facilita la farcitura composta da un trito carne di bovino e suino precedentemente rosolata ed insaporita, a cui viena aggiunte anche un’abbondante spolverata di Parmigiano Reggiano DOP con stagionatura di 36 mesi, delle uova e della noce moscata. Ottenute le classiche sfere di olive e carne, le olive si tuffano velocemente nell’uovo e nella farina per poi essere panate.

Come si friggono

Se desideri servire le Olive Ascolane del Piceno DOP ripiene come pezzo forte del tuo aperitivo, devi friggere a regola d’arte.
Per farlo segui pochi e semplici passaggi:

1- Scegli sempre oli per friggere con alto punto di fumo (arachidi, girasole o olio d’oliva).
2- Fai scaldare l’olio fino a che non raggiungerà una temperatura di 170°C (usa un termometro o immergi la punta di uno stuzzicadenti per vedere se si formano delle bollicine).
3- Tuffa 5-6 olive alla volta per non abbassare la temperatura dell’olio.
4- Quando le olive saranno ben dorate, scola l’olio in eccesso per una decina di secondi.
5- Deponi le olive su un piatto da portata con un foglio di carta paglia.

In questo modo, ogni volta che vorrai potrai stupire i tuoi amici con questa pietanza davvero caratteristica. Anche gli ospiti più esigenti resteranno soddisfatti dalle olive ascolane che, con la loro tradizione conquisteranno anche il loro palato.