PER IL PERIODO NATALIZIO ACCETTEREMO GLI ORDINI PER SPEDIZIONI VERSO LE ISOLE RICEVUTI ENTRO IL 27/11/2022 . ACCETTEREMO GLI ORDINI PER SPEDIZIONI VERSO IL RESTO D’ITALIA PERVENUTI ENTRO IL 4/12/2022 .
ORDINI PERVENUTI
 SUCCESSIVAMENTE VERRANNO LAVORATI DAL 09/01/2023.


ORDINA ORA

Come preparare i Cremini fritti Ascolani

La ricetta originale per  prepararli secondo tradizione

I cremini fritti Ascolani sono dei bocconcini di crema pasticcera, panati e fritti. La particolarità dei Cremini Ascolani sta nel fatto che la crema dolce viene servita, insieme alle più famose Olive ripiene all'Ascolana e alle costine d’agnello rigorosamente panate e fritte. È il Fritto Misto all'Ascolana, secondo piatto tradizionale delle grandi celebrazioni in famiglia e non. Occasionalmente però, olive e cremini possono anche essere serviti come sfiziosi antipasti caldi. L’ingrediente fondamentale è perciò la crema, che viene fatta raffreddare per poi essere tagliata. Rispetto alla Olive Ascolane Ripiene, la loro preparazione non è così complicata ed è adatta anche alle persone meno abituate a stare in cucina. Di seguito, riportiamo la ricetta, le quantità e i passaggi da eseguire per realizzare circa 500g di cremini.



Come si preparano i cremini panati all’ascolana

Ingredienti per 4 persone (500g di cremini circa): 1- 200ml latte 2- 2 uova (per la crema) 3- 70g di zucchero 4- 30g di farina di grano tenero 5- 20g di fecola di patate 6- 200g di pangrattato 7- 3 uova 8- 50g di farina di grano tenero 9- una grattatina di buccia edibile di limone bio 10- un pizzico di sale Per la crema: In un recipiente si uniscono il latte, le 2 uova intere, lo zucchero e le farine di grano tenero e fecola di patate. Si aggiusta di sale e di limone, avendo cura nel grattare solo la parte gialla della sua scorza. A fuoco lento, si porta il tutto ad ebollizione facendo addensare la crema. Si stende la crema su un vassoio con bordo, in modo da creare uno strato di circa 2,5cm e si lascia raffreddare in abbattitore a temperatura compresa tra 0-4°C (ove possibile). Quando il composto è diventato abbastanza consistente, si taglia la crema a rombo incidendola dall’alto con un coltello affilato: si taglia prima in verticale in modo da formare tante righe parallele, per poi eseguire tante incisioni oblique parallele tra loro. Per la panatura: Si prendono due recipienti: uno per rompere il resto delle uova e l’altro per il pangrattato. Si allarga la farina su una superficie piana (su una tavola di legno, un piano di lavoro in granito o un tavolino). Si staccano i rombi di crema e si infarinano leggermente su tutti i lati. Si scuotono più rombi con entrambe le mani avendo cura di tenere le dita leggermente aperte. In questo modo si rimuoverà tutta la farina in eccesso prima di tuffarli nell’uovo. Con un colino a maglie larghe si recuperano i rombi di crema e, dopo averli fatti sgocciolare per bene, si adagiamo nel pane grattugiato per la panatura. I cremini ascolani sono pronti per essere fritti!


 

Odoo CMS - un immagine grande

I nostri consigli

Come per le Olive Ascolane del Piceno DOP Ripiene, anche i cremini all’ascolana possono essere congelati. In questo caso però non occorre fare una seconda panatura. Per la frittura consigliamo olio di girasole alto oleico a 170°C. I cremini devono friggere per qualche minuto. Anche in questo caso, se avete poco tempo disponibile o non volete cimentarvi in tutti i passaggi, sul nostro shop li trovate già pronti da ordinare.